Senior Megastore - ausili per anziani e disabili | Per informazioni o assistenza contatta 0422 183 2132

Agevolazioni Fiscali

L’IVA agevolata al 4%

 
L’aliquota agevolata per i mezzi di ausilio
Si applica l’aliquota Iva agevolata del 4% per l’acquisto di mezzi necessari alla deambulazione e al sollevamento dei disabili (es. servoscala). Per l’individuazione dei beni si veda la Tabella riassuntiva IVA agevolata al 4%.
 
L’aliquota agevolata per i sussidi tecnici e informatici
Si applica l’aliquota Iva agevolata al 4% ai sussidi tecnici e informatici rivolti a facilitare l’autosufficienza e l’integrazione dei portatori di handicap di cui all’articolo 3 della legge n. 104 del 1992. Rientrano nel beneficio le apparecchiature e i dispositivi basati su tecnologie meccaniche, elettroniche o informatiche, sia di comune reperibilità, sia appositamente fabbricati. Deve inoltre trattarsi di sussidi da utilizzare a beneficio di persone limitate da menomazioni permanenti di natura motoria, visiva, uditiva o del linguaggio e per conseguire una delle seguenti finalità:
a) facilitare
• la comunicazione interpersonale
• l’elaborazione scritta o grafica
• il controllo dell’ambiente
• l’accesso all’informazione e alla cultura
b) assistere la riabilitazione.
 
 
La documentazione da consegnare per i sussidi tecnici e informatici
Per fruire dell’aliquota ridotta il disabile deve consegnare al venditore, prima dell’acquisto,
la seguente documentazione:
• specifica prescrizione autorizzativa rilasciata dal medico specialista dell’ASL di appartenenza
dalla quale risulti il collegamento funzionale tra la menomazione e il sussidio tecnico
e informatico;
• certificato, rilasciato dalla competente ASL, attestante l’esistenza di una invalidità funzionale
rientrante tra le quattro forme ammesse (cioè di tipo motorio, visivo, uditivo o del linguaggio)
e il carattere permanente della stessa.
 
Per agevolare i propri clienti Senior Group srl accetta, in sostituzione dei certificati dell’ASL, un’autocertificazione che attesti la disabilità o il certificato medico che prescriva l’acquisto di un determinato prodotto. L’autocertificazione deve essere sempre accompagnata da un documento di identità con validità in corso.
L’autocertificazione può essere utilizzata solo in presenza di certificazioni mediche già rilasciate e con il solo scopo di agevolare il cliente nel presentare la documentazione del diritto all’agevolazione, quando non ci si vuol privare dell’originale o quando quest’ultimo è già stato consegnato a un ufficio o utilizzato per un precedente acquisto di beni agevolati.
 
 
TABELLA RIASSUNTIVA IVA AGEVOLATA AL 4%

 

Tipo di prodotto
Tipo di handicap
Mezzi necessari per l’accompagnamento,
la deambulazione, il sollevamento (quali, ad
esempio, trasporto in ambulanza del portatore di handicap, acquisto di poltrone per inabili e minorati non deambulanti e apparecchi per il contenimento di fratture, ernie e per la correzione dei difetti della colonna vertebrale, acquisto di arti artificiali per la deambulazione, costruzione di rampe per l’eliminazione di barriere architettoniche esterne ed interne
alle abitazioni, trasformazione dell’ascensore adattato al contenimento della carrozzella).
L’iva agevolata riguarda il disabile in senso generale, definito dalla legge come “colui che presenta una minorazione fisica, psichica o sensoriale, stabilizzata
o progressiva, che è causa di difficoltà di apprendimento, di relazione o di integrazione lavorativa e tale da determinare un processo di svantaggio sociale o di emarginazione” (indipendentemente dalla circostanza che fruisca o meno dell’assegno di accompagnamento).
Sussidi tecnici e informatici (ad esempio:
computer, fax, modem o altro sussidio telematico).
L’iva agevolata riguarda il disabile in senso generale, definito dalla legge come “colui che presenta una minorazione fisica, psichica o sensoriale, stabilizzata
o progressiva, che è causa di difficoltà di apprendimento, di relazione o di integrazione lavorativa e tale da determinare un processo di svantaggio sociale o di emarginazione” (indipendentemente dalla circostanza che fruisca o meno dell’assegno di accompagnamento).
- Protesi sanitarie (ad esempio:
protesi dentarie e apparecchi ortodontici, comprese le dentiere e le capsule; occhi o cornee artificiali; occhiali da vista, lenti a contatto e relativo liquido; apparecchi auditivi, compresi modelli tascabili a filo e auricolare a occhiali; apparecchi ortopedici, comprese le cinture medico/chirurgiche, le scarpe e i tacchi ortopedici, fatti su misura; arti artificiali, stampelle, bastoni canadesi e simili; apparecchi da inserire nell’organismo, come stimolatori e protesi cardiache e simili), ovvero di  attrezzature sanitarie (ad esempio: apparecchio per aerosol o per la misurazione della pressione sanguigna).
- Apparecchi di ortopedia (comprese le cinture medico/ chirurgiche), oggetti ed apparecchi per fratture (docce, stecche e simili), oggetti ed apparecchi di protesi dentaria, oculistica ed altre; apparecchi per facilitare l’audizione ai sordi ed altri apparecchi da tenere in mano, da portare sulla persona o da inserire nell’organismo, per compensare una deficienza o una infermità;
L’iva agevolata riguarda indistintamente qualsiasi contribuente, a prescindere dalla condizione di disabile.
Protesi e ausili inerenti a menomazioni di tipo funzionale permanenti (compresi pannoloni per incontinenti, traverse, letti e materassi ortopedici antidecubito e terapeutici, materassi ad aria collegati a compressore alter- nativo, cuscini jerico e cuscini antidecubito per sedie a rotelle o carrozzine da comodo, cateteri, ecc., ceduti per essere utilizzati da soggetti per i quali sussista apposita documentazione probatoria in ordine al carattere permanente della menomazione);
L’iva agevolata riguarda i soggetti per i quali sussista apposita documentazione probatoria in ordine al carattere
permanente della menomazione
- poltrone e veicoli simili per invalidi anche con motore o altro meccanismo di propulsione, compresi i servoscala ed altri mezzi simili adatti al superamento di barriere architettoniche per soggetti con ridotte o impedite capacità motorie;
- prestazioni di servizi dipendenti da contratti di appalto aventi ad oggetto la realizzazione
delle opere direttamente finalizzate al superamento o alla eliminazione delle barriere
architettoniche.
L’iva agevolata riguarda i soggetti per i quali sussista apposita documentazione probatoria in ordine al carattere
permanente della menomazione
  

La detrazione IRPEF del 19%

 
E' prevista la possibilità di detrarre, in sede di dichiarazione dei redditi, il 19% delle spese sostenute per l'acquisto di alcune protesi e ausili.
Tra gli ausili detraibili rientrano:
·   le carrozzine per disabili
·   gli apparecchi per il contenimento di fratture, ernie e per la correzione dei difetti della colonna vertebrale;
·   l'acquisto di arti artificiali per la deambulazione;
·   ausili per il sollevamento (sollevatori, piattaforme elevatrici, servoscala, carrozzine montascale).
La detrazione si applica integralmente e cioè sempre nella misura del 19% ma senza che venga applicata la franchigia di € 129,12 prevista per le spese sanitarie.
Per ottenere tale detrazione è necessario disporre della seguente documentazione:
·    prescrizione del medico curante per attestare la necessità per il contribuente o per i familiari a carico, e la causa per la quale è stata acquistata la protesi;
·    fattura del prodotto acquistato dal disabile o dal familiare cui questo è fiscalmente a carico; per essere fiscalmente a carico, il disabile non deve essere titolare di redditi propri superiori a € 2.840,51 annui;
Va poi dimostrato che il contribuente o il familiare a carico è persona con handicap; la documentazione che è possibile esibire è la seguente:
·    i certificati di handicap rilasciati dalla Commissione ASL ai sensi degli articoli 3 e 4 della Legge 5 febbraio 1992, n. 104;
·    i certificati di invalidità civile, di lavoro, di servizio, di guerra rilasciati da commissioni pubbliche;
 
 
Limitazione di responsabilità
Il contenuto di questa pagina ha scopo puramente informativo. Senior Group srl non assume alcuna responsabilità per l’utilizzo da parte di chiunque delle informazioni in essa contenute. Per una corretto trattamento delle spese sostenute ai fini della detrazione irpef è necessario consultare le istruzioni al modello UNICO PF o al Modello 730 reperibili sul sito dell’Agenzia delle Entrate www.agenziaentrate.it