Aging at home, invecchiare a casa: cosa valutare

È probabile che tu abbia già sentito il termine aging at home o aging in place. In poche parole, significa scegliere di rimanere nella propria casa invece di trasferirsi in una residenza per anziani o casa di riposo. La maggior parte delle persone che si preparano a invecchiare, desidera rimanere nella propria casa il più a lungo possibile, anche se potrebbe aver bisogno di assistenza.

Questa scelta permette agli anziani di mantenere un livello di autonomia e indipendenza che non sarebbe possibile con altre sistemazioni per anziani. Non solo consente loro di continuare a vivere in una casa familiare, circondati dalle proprie cose, ma possono rimanere vicini ai conoscenti e ai negozianti, che forse conoscono da decenni. Sul piano finanziario, il costo dell’assistenza domiciliare è spesso inferiore al costo dell’assistenza in una comunità per anziani o in una casa di riposo.

Cosa valutare

La soluzione ideale si può trovare soppesando e bilanciando molti fattori, che sono molto soggettivi. Per capire se l’aging at home è una buona scelta per te o per chi ami, è meglio considerare questi tre aspetti importanti:

  • La persona
  • Il luogo
  • La rete di supporto

Mettendo insieme questi tre fattori, spesso si trovano le soluzioni migliori e più felici.

Quando l’aging at home è una buona soluzione?

La maggior parte delle persone preferisce invecchiare a casa, ma la scelta si rivela vincente quando la persona, il luogo e la rete di supporto non presentano criticità o si se ci sono si gestiscono. Invecchiare a casa è una buona scelta se la persona ha fatto i preparativi, la casa è stata adattata per essere sicura e accessibile e c’è una buona rete di supporto. Tutte queste cose possono essere notevolmente migliorate con una pianificazione anticipata.

L’aging in place è una buona scelta per le persone che sono proattive e amano l’idea di prendere le proprie decisioni in autonomia. Quando si invecchia a casa, non si può contare su tutti i servizi che potrebbero essere disponibili in una comunità per anziani, ma bisogna pensarci da soli, possibilmente organizzando e programmando tutto per tempo. È una buona scelta per le persone organizzate e a cui piace vivere la vita alle proprie condizioni.

Quando l’aging at home non ha senso

In molti casi, gli anziani si trovano in uno stadio intermedio in cui vogliono essere indipendenti, ma i problemi fisici, emotivi o cognitivi interferiscono con la loro capacità di funzionare. La cattiva salute da sola non preclude l’invecchiamento in atto, ma i seguenti fattori possono diminuire le possibilità di successo:

  • Quando l’eventuale caregiver vive lontano. La persona che si occupa dell’anziano, deve essere in grado di raggiungerlo in un tempo breve, meno di un’ora, al bisogno.
  • Ci sono pochi amici e e vicini su cui contare per ricevere supporto.
  • Non ti senti a tuo agio nel costruire e coordinare una rete di caregiver, formali e informali, tra familiari e professionisti.
  • Sei in cattive condizioni di salute o non hai il supporto emotivo per prendersi cura di un anziano fragile.
  • Se ti occupi dell’anziano e devi continuare a lavorare a tempo pieno. (In alcuni casi, la gestione dell’assistenza domiciliare è possibile solo se tu, il tuo coniuge o un altro caregiver lascia un lavoro o lavora a orari ridotti.)
  • La casa richiede adattamenti molto impegnativi affinché sia ​​accessibile e sicura.
  • La tua famiglia non ha i mezzi finanziari per coprire i servizi a domicilio o gli adattamenti della casa.
  • Non c’è spazio per dormire per un caregiver notturno, se necessario, o non c’è abbastanza spazio per attrezzature o forniture come un letto d’ospedale regolabile.
  • L’anziano non è a suo agio nel pagare badanti “estranei” a casa che si prendano cura di lei.
  • L’anziano si sente solo e isolato.
  • L’anziano non può più guidare e ci sono poche opzioni di trasporto alternative.
  • Il tuo istinto ti dice che è una situazione impraticabile.

Questi suggerimenti vogliono offrire spunti di riflessione per chi sta pensando di invecchiare a casa o sta considerando la scelta per una persona amata, senza essere prescrittivi. Speriamo possano essere utili a te e a chi ami. Se hai dei dubbi sulla capacità di una persona anziani di vivere da sola e gestire le attività quotidiane, consulta il medico di famiglia che saprà aiutarti e indirizzarti al meglio.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *